Autore/Esecutore: Franz Joseph Haydn
Titolo: Franz Joseph Haydn - Christine Schornsheim Piano
Etichetta:

Capriccio

Web site: -----
Codice: -----
Recensore: Maurizio Germani
Pubb. il: 18/09/2005
Copyright: Maurizio Germani per www.music-on-tnt.com

Sei in: Home > Recensioni > Classica

Corredata da un "Diapason d'or" , massimo riconoscimento dell'autorevole rivista francese Diapason , si presenta sul mercato italiano questa integrale delle sonate per strumenti a tastiera di F.J.Haydn eseguita da Christine Schornsheim.

Dobbiamo ringraziare un temporale se questa edizione esiste. Nella presentazione è la stessa pianista a raccontare che tutto ebbe inizio nel febbraio del 2002, quando lei con l'equipe di tecnici e di responsabili di produzione si riunì per quella che doveva essere la registrazione delle ultime quattro sonate di Haydn. A causa delle avverse condizioni del tempo, un vento fortissimo faceva scricchiolare tutte le strutture del luogo scelto per la registrazione, la seduta rimase bloccata a lungo, e fu durante le conversazioni a ruota libera che si tennero nell'attesa che il tempo migliorasse che maturò l'idea di incidere non un solo cd ad alto prezzo, ma l'intero corpus delle sonate, da immettere sul mercato ad un prezzo inferiore a quello di due cd!

L'idea piacque, e iniziò così il lungo lavoro di registrazione, reso ancor più interessante dalla notizia che la WDR (la radio della Germania occidentale che partecipava alla produzione) disponeva di un buon numero di strumenti storici, il che rendeva possibile la ricostruzione della sonorità più adatta a ciascuna sonata. Così il progetto originario fu abbandonato e, nel corso dei due anni successivi, nacque questa integrale in 14 cd.

Scritte nell'arco di sette lustri, dal 1760 al 1794, le sonate di Haydn costituiscono uno dei più vasti omaggi mai dedicati da un compositore a questa forma di espressione musicale.

Dal punto di vista temporale l'opera di Haydn inizia al termine dell'attività di Scarlatti, si sovrappone e ricopre completamente l'arco della vita di Mozart e termina (culmina) all'inizio dell'attività di Beethoven. Avendo a disposizione l'intero percorso sonatistico, è possibile ed interessante il modificarsi dello stile di Haydn nel tempo, dalle prime sonate, dal breve sviluppo basato su temi piacevoli di elaborazione semplice, attraverso il periodo dello Sturm und Drang , fino alla piena maturità della fase finale quando già lascia presagire l'avvento di Beethoven con quelle ultime fulminanti cinque sonate 58, 59, 60, 61, 62 che costituiscono una delle vette della sua carriera.

Per il lungo percorso di Haydn passa anche la storia degli strumenti a tastiera, le prime sonate sono di carattere clavicembalistico, ma con quelle scritte attorno al 1770, certamente influenzato da C.Ph.E.Bach, egli opera una profonda modifica al proprio modo di gestire la tastiera, la forma diviene più ampia e la sonorità più ricercata: s'impone l'uso del pianoforte. La Schornsheim utilizza, nell'esecuzione delle sonate Haydniane, cinque diversi strumenti: due clavicembali, un clavicordo, un fortepiano e un pianoforte, tracciando così un percorso sonoro che è un altro dei motivi di grande interesse di questa edizione.

Il cofanetto contiene tutte le sonate tramandateci, sono inoltre presenti alcune raccolte di variazioni, divertimenti, una sonata a quattro mani, alcuni frammenti che completano così un immenso percorso, nel quale la Schornsheim, artista che ha già alle spalle una splendida carriera ed un buon numero di incisioni sebbene non sia mai entrata a far parte del cosiddetto star system, si muove con grande professionalità e disinvoltura, offrendo un'interpretazione, complessivamente di grande pulizia formale e coerenza.

Per concludere una nota non secondaria. Il Prezzo! Questo cofanetto di 14 (quattordici) cd costa tra i 28 e i 40 euro a seconda del distributore a cui ci si affida, cioè meno di due cd ad alto prezzo! Una ricerca in Internet rivela prezzi più bassi in Francia rispetto all'Italia.

Osserviamo che il quattordicesimo cd non contiene le sonate di Haydn ma una, certamente (mi devo fidare!), dotta disquisizione tutta in tedesco, sulle sonorità dei vari strumenti utilizzati.

Ben curato il libretto incluso che contiene una breve analisi delle sonate: i testi, come accade quasi sempre, sono in tedesco, francese ed inglese.

QUALITÀ DELLA REGISTRAZIONE

La resa delle sonorità degli strumenti utilizzati è ottima ed è stata colta la sfumatura del timbro di ciascuno con grande accuratezza. Veramente notevole.

Tutto bene dunque? La risposta è: no, perché l’intera registrazione è afflitta da un rumore di fondo a bassa frequenza dato dal traffico che scorre nei dintorni.

È inequivocabile, quello che si sente è proprio il rumore del traffico! Un rumore di fondo che vi farà sgradita compagnia soprattutto se ascoltate abitualmente con una buona cuffia, oppure se l’ambiente d’ascolto di casa vostra è particolarmente silenzioso e il suono dell’impianto hi-fi dettagliato e ricco di basse frequenze. Comunque, nonostante la sua persistenza, tutto questo via vai di motori non impedisce di godersi la performance della brava pianista; ma è bene che chi acquista il cofanetto sia messo sull’avviso.