Logo
- Link -
Torna alla Home Page
[Diana Krall -
Artista/Gruppo: Diana Krall
  Titolo album: The look of love (2001)  
  Etichetta: Verve  
  Web site: www.dianakrall.com  
Recensore: Lucio Cadeddu

© Lucio Cadeddu per http://www.music-on-tnt.com

Vai alla pagina precedente che hai visitato.
vai alla pagina successiva che hai visitato.

 
 

Il nuovo lavoro di Diana Krall, a pochi mesi dalla sua uscita, era già disco di platino, a testimonianza di quanti fans questa splendida e raffinata interprete abbia, sparsi un po' ovunque nel mondo.
Diana Krall, col suo ultimo "The look of love" si conferma interprete raffinata, sensualissima, sempre a suo agio nei toni soffusi a cavallo tra jazz e bossa-nova, tra Gershwin, Bacharach e Hamilton, dove la sua voce da gattona seduce e conquista, ancor prima della sua immagine, immagine sulla quale evidentemente i suoi discografici puntano moltissimo, visto che il booklet contiene molte belle foto, con tanti primi piani dei suoi occhioni verdeacqua.
Gli amanti dell'easy jazz cantato sottovoce troveranno in "The look of love" splendidi momenti per riempire serate eleganti e di classe: dalla title track di Bacharach, a S'wonderful di Gershwin fino a Love Letters di Young/Heyman il CD regala emozione dorate, atmosfere seducenti e carezzevoli, molto ruffiane ma, sostanzialmente, soporifere.
Non che il disco sia noioso, è solo troppo maledettamente prevedibile e scontato, bello e perfetto da sembrare finto, solo un'abile operazione di raffinato marketing.
Tuttavia, tenendo conto della spazzatura che si sente normalmente in giro, questo "The look of love" è almeno un prodotto di gran classe che, seppur non faccia gridare al miracolo, offre all'ennesima potenza ciò che il suo acquirente medio si aspetta.
La produzione si attesta su livelli molto alti e non a caso i dischi di Diana Krall sono un must per audiofili. Questo "The look of love" è in effetti molto ben inciso, fatta salva una certa eccessiva (e voluta) caratterizzazione della voce di Diana Krall che, però vista e sentita la sensualità persino in eccesso, si fa perdonare facilmente.
Impossibile segnalare tracce che spiccano sulle altre, il livello medio, dicevo, è molto alto. A me è piaciuta molto l'interpretazione di "Cry me a river" di Hamilton ma anche i brani più elaborati, quelli dove l'orchestrazione della London Symphony (!!!) si fa più presente, sono tutt'altro che malvagi, anzi.
In definitiva, "The look of love" non mi ha entusiasmato perchè forse era esattamente ciò che mi aspettavo ma resta pur sempre un eccellente esercizio stilistico, un must per serate a lume di candela e luci soffuse.

Disco gentilmente fornito da Y. Norman, titolare di W-HiFi, negozio di HiFi negli USA.

The look of love contiene 10 canzoni:

  • S'Wonderful
  • Love letters
  • I remember you
  • Cry me a river
  • Besame mucho
  • The night we called it a day
  • Dancing in the dark
  • I get along without you very well
  • The look of love
  • Maybe you'll be there