Logo
- Link -
Torna alla Home Page
Sonix, The beginning of...
Artista/Gruppo: Sonix
  Titolo album: The beginning of...  
  Etichetta: Autoprodotto  
  Web site: www.sonix-web.it  
Recensore: Lucio Cadeddu

2003 © Lucio Cadeddu per http://www.music-on-tnt.com

Vai alla pagina precedente che hai visitato.
vai alla pagina successiva che hai visitato.

 
 

I Sonix sono una band romana di cinque elementi, vincitori nel 2002 nella classifica Band Emergenti al Subiaco Rock and Blues Festival.
Sono una rock band, nell'accezione più tradizionale del termine, con molti richiami a gruppi culto come Led Zeppelin, per pescare nel passato ed i grandi Pearl Jam, per arrivare ai giorni nostri.
La lingua scelta per i testi è l'inglese, che ben si sposa con le sonorità tipiche del rock più sanguigno. Le parti chitarristiche sono particolarmente curate ed i brani sempre arricchiti da numerosi riffs piuttosto azzeccati ed immediati. Allo stesso modo c'è grande cura nelle parti vocali (una voce solista e due di accompagnamento per controcanto e cori) che seppur leggermente penalizzate da un inglese che tradisce la nazione di provenienza (difficile fare altrimenti) si mostrano assolutamente adeguate al ritmo trascinante della band.
Ogni tanto si tira il fiato per qualche "ballad" come "Let me fly", intensa ed evocativa così come la lunga e malinconica "I'm a woman". L'omaggio ai Led Zeppelin arriva nel brano di chiusura del disco, in quella "Lullaby" che mi ha ricordato moltissimo la Scalinata per il Paradiso della band di Page & Co.

Il disco contiene 10 brani, completamente autoprodotti, e lascia ben sperare per la futura carriera dei Sonix. Non c'è mai stato molto spazio per il rock cantato in inglese, qui in Italia, ma ritengo che sia importante e giusto che ogni artista esprima la sua Musica nei modi a lui più congegniali, prima di pensare ad eventuali nicchie di mercato dove inserirsi. Comunque, di recente, i Sonix hanno cominciato a scrivere nuove canzoni in italiano.

Se avete voglia di sano e genuino rock'n'roll, ascoltateli. Non troverete forse la novità a tutti i costi, ma 10 brani intrisi di adrenalina pura.
Avrei un solo suggerimento, che vale non solo per i Sonix ma per tutte le band emergenti che realizzano promo autoprodotti: visto che oggi con un qualunque computer si possono fare lavori di grafica eccellenti anche senza esperienza particolare, perchè non curare anche i demo-promo? Basterebbe una stampante a colori per le copertine ed un paio di foglietti coi testi nel booklet. Anche la cura di questi particolari, talvolta, può essere importante. Allo stesso modo, sono ormai alla portata di tutti le personalizzazioni dei CD-Rom, tramite mascherine adesive a colori. In mancanza di un CD "vero", un CD-R con un logo della band ed i brani incisi sopra non sarebbe male :-)
In bocca al lupo!