Il volo di Volodja cd cover. Artista/Gruppo: Vari Italiani.
Titolo: Il volo di Volodja
Etichetta: Ala Bianca Group
Web site: http://http://www.alabianca.it
Codice: CD - cod. DDCT128553894-2
Recensore: Alino Stea
Pubb. il: 06/06/2004
Copyright: Alino Stea per www.music-on-tnt.com

Sei in: Home > Recensioni > Pop / Rock italiano
IL VOLO DI VOLODJA - 15 CANZONI PER VLADIMIR VYSOTSKIJ

Ne avevo sentito parlare, lo cercavo da anni (uscì originariamente nel 1993) senza risultato e, finalmente, l'ho trovato: "Il volo di Volodja" è una raccolta di 15 brani del cantautore russo Vladimir Vysotskij interpretati da alcuni dei migliori rappresentanti della nostra canzone d'autore.

Ma chi è Vladimir Vysotskij?

Dalle note del booklet: "Vladimir, o Volodja secondo il vezzeggiativo russo, Vysotskij nasce a Mosca il 25 gennaio 1938. Nel 1961 scrive le sue prime canzoni che diventano in breve tempo famose in tutta Mosca. All'attività ufficiale di attore, affianca quella di poeta e cantautore: ma le sue composizioni, ritenute dal regime troppo scomode, vengono dapprima attaccate dalla stampa, quindi complessivamente ignorate. Nel 1967 conosce l'attrice francese Marina Vlady che sposa l'anno seguente. Scrive oltre 500 canzoni; incide i suoi dischi all'estero, in Francia e Canada, quando - dopo il '75 - gli viene concesso il passaporto in quanto marito di una cittadina straniera. Ignorato e boicottato dal regime, ma sempre più amato dal popolo russo, Vysotskij diventa il poeta più popolare del paese malgrado di lui non sia mai stato pubblicato, in patria, nemmeno un verso. Un infarto lo stronca nella notte del 25 luglio 1980. La notizia viene taciuta dalla stampa ufficiale, ma il grido 'Volodja è morto!' rimbalza nelle metropolitane e nelle strade di Mosca. Quasi un milione di persone seguono il suo funerale."

Il disco è stato prodotto sotto l'egida del 'Club Tenco' ed è edito dall'etichetta 'Ala Bianca Group srl' .

Vi invito a cercare questo cd perchè è, senza tema di smentita, splendido, qualcosa che ha a che fare con l'arte vera, quando non scende a compromessi di sorta.

La maggior parte dei testi sono tradotti, dall'originale russo, da Sergio Secondiano Sacchi, ottimo conoscitore della canzone d'autore italiana e internazionale, e rispecchiano, come è giusto che sia, il significato originario delle composizioni.

Questa è la track-list:
1. Dal fronte non è più tornato - Eugenio Finardi
2. Vladimir - Roberto Vecchioni
3. Variazioni su temi zigani - Ligabue
4. Il pugile sentimentale - Vinicio Capossela
5. Ho portato la mia pena - Marina Vlady
6. Il bagno alla bianca - Cristiano De Andrè
7. Ginnastica - Paolo Rossi
8. Humo - Juan Caros 'Flaco' Biondini
9. Il volo interrotto - Francesco Guccini
10. Cavalli bradi - Milva
11. De profundis - Giorgio Conte
12. Il volo di Volodja - Andrea Mingardi
13. L'ultimo poema - Angelo Branduardi
14. Il canto della terra - Marina Vlady & Eugenio Finardi
15. Ochota na volvov - Vladimir Vysotskij

Sinceramente ho difficoltà ad individuare qualche brano più meritevole di altri, perchè tutti sono resi con partecipazione accorata e sentita e tutti evocano il sapore amaro della sofferenza interiore e della incomprensibilità del senso ultimo della vita, il tutto visto ora con ironia, ora con indignazione, ora con rabbia, ora con rassegnazione.

A voler proprio fare delle classifiche, "Dal fronte non è più tornato" e "Il bagno alla bianca", aiutate dalla magistrale interpretazione di Finardi e di De Andrè, muovono alla commozione più irrefrenabile anche se, purtroppo, irredenta.

Grande disco, grande canzone d'autore, grande Vysotskij.